Scegliere le migliori creme solari

Il sole splende e voi non potete resistere alla tentazione di iniziare l'operazione tintarella? Nessun problema, ma non dimenticate di prestare attenzione a qualche accorgimento che vi eviterà di trasformare un piacevole momento dedicato al relax in un incubo chiamato scottatura!

Innanzi tutto buttate pure i flaconi dell'anno scorso, purtroppo i grassi contenuti nelle creme solari possono degradarsi e rendere inefficace il prodotto (che in ogni caso ha una scadenza segnalata a 12 mesi dall'apertura). Quindi prima di armarvi di telo mare fate uno sforzo e recatevi nel negozio più vicino e scegliete la protezione più adatta al vostro fototipo:

  • bambini oppure adulti con carnagione molto chiara, efelidi, capelli biondi o rossi, occhi chiari. Mancanza quasi totale di melanina con rischio di danni o scottature – fototipo 1. Se non è possibile non esporsi al sole, scegliere filtri elevati (SPF 35 – 60).
  • carnagione chiara, capelli biondo scuro o castano chiaro, abbronzatura lieve – fototipo 2. Filtri non inferiori a 25 – 30.

  • carnagione abbastanza scura, capelli castani – fototipo 3. Anche se sono tra i più fortunati, è bene che non abbassino la guardia, filtri da 20 a 25 SPF almeno per i primi giorni di esposizione.

  • carnagione olivastra, occhi e capelli neri – fototipo 4. Possono concedersi un fattore protettivo attorno al 15 per poi scendere gradualmente fino al 4.

Privilegiate sempre una crema fluida e poco grassa rispetto ad un olio, che non consente di aggiungere filtri adeguati, senza dimenticare di rinnovare l'applicazione dopo ogni bagno e ogni due/tre ore.

Ma perché è necessario proteggersi? I raggi solari sono indispensabili alla nostra salute, ma nascondo anche alcune insidie in grado di generare radicali liberi, all'origine dell'invecchiamento cutaneo (raggi UVA) e possono comportare mutazioni cellulari (UVB). I raggi IR raggiungono addirittura l'ipoderma, lo strato più profondo della nostra pelle, comportando essicazione cutanea.

SPF (Sun Protector Factor), FP (Fattore di Protezione), IP (Indice di Protezione) sono tutte sigle che indicano il fattore di protezione, che a sua volta corrisponde al numero di ore di esposizione ai raggi solari che il prodotto garantisce.

Auto abbronzanti e lampade artificiali non vi aiuteranno in alcun modo a preparare la vostra pelle prima di una vacanza al mare o in montagna, tanto vale quindi dedicare qualche minuto a stendere senza parsimonia la vostra crema sul viso e sul tutto il corpo! Non dimenticate di portare con voi anche una crema dopo-sole, indispensabile per nutrire la pelle che ha inevitabilmente perso idratazione durante la giornata.

Assolutamente banditi gli intrugli “fai da te” e decisamente raccomandato il buon senso: nemmeno la migliore delle creme sarà in grado di proteggervi nel mezzogiorno di fuoco dei tropici o ad alta quota, siate prudenti!


LASCIACI UN COMMENTO!

* Nome
* Email
* Commento
 
 
 
  * campo obbligatorio