Come scegliere il colore delle pareti

Colori caldi, freddi, chiari, scuri, luminosi, opachi. Verniciare una stanza con la giusta tonalità spesso può bastare per farla apparire più grande, più ariosa, aiuta a dare carattere ad un ambiente e la giusta disposizione cromatica aiuta a sottolineare la bellezza di mobili o complementi d'arredo importanti. Ma come scegliere il colore perfetto per le pareti della propria casa?
 
A seconda dei gusti personali certo, ma è possibile individuare delle linee da seguire per ottenere l'effetto desiderato.
 
Un corridoio troppo lungo e stretto può apparire angusto, colorate quindi la parete frontale di un colore scuro e l'effetto sarà più contenuto. Soffitti molto alti mettono a repentaglio le proporzioni studiate per quella stanza e risultano dispersive, cosa poco adatta ad una stanza scelta per momenti di relax o di studio. Il rimedio, a livello ottico, consiste nel dipingere il soffitto di un colore più scuro rispetto a quello delle pareti. Fate solo attenzione a non scegliere un colore troppo scuro però: preferite l'azzurro al blu, il rosa al rosso, il tortora al marrone, altrimenti il risultato sarebbe troppo soffocante.
 
Viceversa, se i soffitti appaiono troppo bassi, scegliete colori chiari per soffitto e pareti. In questo modo l'aspetto sarà più armonioso, specialmente se, pur rimanendo della stessa tonalità, il soffitto sarà colorato con una gradazione più debole rispetto alle pareti. Il trucco sta nel variare la percezione dello spazio, nel creare schemi cromatici che si diano forza e si esaltino a vicenda, per dare carattere a tutto l'ambiente. 
 
Secondo la cromoterapia e altri esperimenti scientifici, il colore di una parete può influenzare l'umore, quindi è fondamentale calibrare le tonalità in base alla destinazione d'uso della stanza da rinnovare. Colori energici e stimolanti come l'arancione e il giallo non sono adatti ad una camera da letto, dove invece i toni calmi e rilassanti come l'azzurro o il verde agevoleranno il sonno e il riposo.
 
Anche il viola è un colore adatto al relax, potrebbe essere quindi molto adatto ad un soggiorno, dove siamo soliti leggere un buon libro o bere un bicchiere di vino con gli amici. Il rosso è il colore passionale per eccellenza, rafforza le sensazioni, conferisce forza, quindi adatto ad una palestra, ma non ad una sala riunioni, dove rischia di incendiare gli animi. Chi ama il classico bianco e nero, può rinnovarlo declinandolo con pareti molto lisce e superfici lucide, impreziosite da trasparenze e oggetti di design che renderanno l'ambiente più contemporaneo.
 
Se amate i colori molto molto accessi, concedeteveli in un unica parete della stanza che avete scelto, perché quattro pareti verde acido, fuxia o arancio fluo rischiano di trasformarsi nel classico pugno in un occhio, senza contare che diventerebbe complicato adattarvi l'arredamento. Tenete conto anche del pavimento, il quale deve sempre essere più chiaro delle pareti.
 
Concludiamo passando in rassegna le principali indicazioni della cromoterapia, che potrebbero essere uno spunto per decidere i colori perfetti per la vostra casa o il vostro ufficio.
 
  • Rosso – Colore del fuoco e dell'amore, può avere risultati ambivalenti. Associato alla forza ma anche alle passioni violente.
  • Arancione – Dona energia, entusiasmo, ottimismo e positività.
  • Giallo – Stimola la memoria e l'immaginazione. E' associato al cervello.
  • Verde – E' il colore connesso con l'armonia. Dona pace, speranza, equilibrio, calma e concentrazione.
  • Blu – Calma e rigenerazione.
  • Viola – Purifica ed è legato al lato spirituale. Aiuta l'intuito e l'ispirazione. 
 

LASCIACI UN COMMENTO!

* Nome
* Email
* Commento
 
 
 
  * campo obbligatorio