Come mettere i bigodini

Se volete dare volume alla vostra chioma ma vi rifiutate di utilizzare ferri caldi e piastre roventi (e fate benissimo perché sono un danno atroce per i capelli), perché non provare con i cari e vecchi bigodini? All'inizio forse vi sembrerà un'impresa ardua, ma poi, con un po' di allenamento imparerete ad apprezzare questo rito quasi d'altri tempi, vi ritroverete a girare per casa con i vostri bigodini in testa e mentre attendete che il miracolo del riccio perfetto si compia, coglierete l'occasione per regalarvi una manicure o un attimo di relax tutto per voi.

Comunque, prima che la messa in piega diventi una piacevole abitudine probabilmente dovrete superare un paio di crisi isteriche, ma non disperate, ce la farete. Innanzi tutto è importante conoscere il propri capelli, se sono crespi dopo lo shampoo sarà bene intervenire con semi di lino o una crema disciplinante, mentre se sono lisci lisci come il classico spaghetto dovreste utilizzare una schiuma che aiuti il fissaggio prima di procedere.

In ogni caso, la scelta del tipo di bigodino dipende dalla lunghezza dei capelli: molto stretti i capelli sono corti, bigodini medi sono lunghi fino alle spalle, larghi se i capelli sono lunghi. Ovviamente più il bigodino è largo più il boccolo risulterà morbido. Dopo aver lavato i capelli e non aver dimenticato il balsamo, tamponateli e pettinateli accuratamente. Aiutandovi con la punta metallica del pettine dividete la testa in nove sezioni, tre al centro, tre a destra e tre a sinistra.

Iniziate dalla parte centrale della testa, sopra la nuca, e prendete la prima ciocca. Badate bene a prendere una quantità di capelli che non superi la larghezza del bigodino. Pettinate la ciocca, tendetela ed iniziate ad arrotolare il bigodino verso l'interno, facendo bene attenzione alle punte, che devono essere inserite nella ciocca arrotolata (altrimenti una volta asciutte saranno crespissime!). Mantente la ciocca un po' in tensione mentre arrotolate il bigodino e continuate fino a quando non avrete raggiunto la cute. Una volta lì fermate il bigodino con un beccuccio d'oca e procedete con una ciocca parallela a quella che avete appena creato. Continuate così finché non avrete più capelli da arricciare e asciugate il tutto con il phon munito di diffusore.

A seconda della tenuta naturale dei vostri capelli, potete stendere un velo di lacca prima di asciugare. Se avete tempo tenete i bigodini in posa anche un paio d'ore, poi passate anche aria fredda prima di toglierli, aiuterà ulteriormente a fissare la piega. Se la divisione in nove sezioni vi risulta troppo problematica potete semplicemente partire dalla nuca e poi salire di ciocca in ciocca.

Buona piega a tutte!


LASCIACI UN COMMENTO!

* Nome
* Email
* Commento
 
 
 
  * campo obbligatorio