Come lavare i capelli

Se è possibile rimediare piccoli difetti fisici con il make-up o l'abbigliamento adatto, i capelli, arma di seduzione e cornice del viso, sono sempre in primo piano al loro stato più naturale. Possiamo colorarli, tagliarli, acconciarli, ma la loro salute va curata attentamente, altrimenti tutte le altre nostre premure saranno inutili. Prendersi cura dei propri capelli significa per prima cosa lavarli nel modo corretto.
 
Ma come si lavano i capelli? Le regole per lavare bene i capelli senza stressarli valgono per tutti, uomini e donne, chiome lunghe e corte. Scegliete lo shampoo adatto ai vostri capelli, che possono essere grassi, sottili, decolarati, secchi o, semplicemente, normali.
 
Prima di lavare i capelli sciacquateli sotto acqua corrente non molto calda, il calore infatti sfibra i capelli anche in questo modo. Versate una piccola quantità di prodotto sulla mano e sfregatelo tra le mani per farlo scaldare e poi distribuitelo sulla testa. Sarà sufficiente poco shampoo per lavare bene tutta la testa, provate per credere. Massaggiate il cuoio capelluto con i polpastrelli, non con le unghie, senza sfregare con troppa forza, partendo dalle tempi, salendo verso la fronte e via via il resto della testa. Massaggiate solo il cuoio capelluto, non sfregate le punte dei capelli, che in questo modo non si rovineranno e si puliranno ugualmente.
 
Non è vero che un buono shampoo generi tanta schiuma, anzi, questa reazione è del tutto superflua e indica solamente la presenza di molti saponi e achil fosfati che sgrassano eccessivamente la pelle, danneggiandola. Iniziate quindi a risciacquare, sempre con acqua non troppo calda, fino a quando non ci saranno più residui sui capelli e non compariranno più bollicine,
 
Passate quindi all'idratazione usando il balsamo o una crema nutriente. A differenza di quello che accade con lo shampoo, il balsamo va messo soltanto sulle punte e lasciato in posa per circa cinque minuti e poi risciacquato. Anche in questo caso scegliete il prodotto migliore per la vostra tipologia di capelli. Terminata questa operazione, tamponate i capelli con un asciugamano morbido, ma non sfregateli in nessun modo.  
 
L'asciugamano, che può essere tenuto in testa per svariati minuti, serve per assorbire l'acqua e rendere più veloce e meno dannosa la fase dell'asciugatura. Sappiamo che è spesso impossibile rinunciare al phon, ma abbiate l'accortezza di iniziare ad usarlo solo dopo aver usato l'asciugamano e da una distanza di almeno 15-20 dal cuoio capelluto.
 
Se potete, evitate di lavare i capelli ogni giorno ma fatelo a giorni alterni, utilizzando una crema o un impacco idratante ad azione intensiva una volta a settimana, specialmente se i vostri capelli sono trattati o dovete procedere alla piega molto spesso (tutte azioni che compromettono idratazione, lucentezza, forza dei vostri capelli).
 
Se dovete fare la piega utilizzando spazzole, preferite quella con setole naturali, che aggrediscono meno il capello e non scegliete prodotti a base di silicone, che con il calore non fanno altro che sciogliersi e fondersi con i capelli, disidratandoli parecchio.
 
La piastra sarebbe bandita, ma se non potete rinunciarci usate almeno un modello con le piastre in ceramica, meno dannose per la chioma, ma comunque non certo benefiche! 

LASCIACI UN COMMENTO!

* Nome
* Email
* Commento
 
 
 
  * campo obbligatorio