Come fare un curriculum

La prima cosa da fare quando si è alla ricerca di un lavoro, è assicurarsi di inviare dei curricula perfetti, in un formato adatto e facilmente fruibile e dove non ci sia spazio per errori di ortografia di nessun tipo. Il curriculum vitae è infatti il nostro primo biglietto da visita, il primo vero contatto con l'azienda alla quale stiamo proponendo la nostra esperienza e la nostra professionalità. Il formato più indicato è generalmente considerato  quello “europeo”, anche detto “Schema Europass”.
 
Questo schema prevede di inserire, nell'ordine: dati anagrafici; le informazioni professionali; le informazioni sugli studi effettuati; competenze linguistiche; competenze informatiche; informazioni personali.
 
Dati anagrafici
I dati anagrafici vanno inseriti in modo chiaro, insieme alle modalità di contatto, in modo che attraverso email o telefono l'esaminatore possa parlare nel tempo più breve possibile con il candidato, per ricevere ulteriori informazioni o per fissare un incontro. 
 
  • nome e cognome
  • data e luogo di nascita
  • indirizzo di residenza e di domicilio (se i due differiscono e l'azienda si trova in una città diversa da quella di residenza)
  • recapiti telefonici
  • indirizzo email personale
  • nazionalità
  • fotografia in formato fototessera
 
Informazioni professionali
Vanno indicate in ordine cronologico a partire dalla più recente e per ognuna andranno aggiunte indicazioni in merito alle mansioni che venivano concretamente svolte. Il tutto in modo chiaro e sintetico.
 
  • Data di inizio e di fine rapporto
  • Tipo di contratto (stage, assunzione, contratto a progetto, consulenza ecc)
  • Mansioni svolte
 
Informazioni sugli studi
A seconda della vostra età e della vostra esperienza queste informazioni andranno inserite prima o dopo la vostra storia professionale. Se ad esempio lavorate da dieci anni e vi state candidando ad un ruolo dirigenziale, sarà più importante dare la precedenza al racconto della vostra carriera; se invece siete laureati da poco, sarà meglio iniziare dai vostri titoli di studio, master e corsi di specializzazione compresi, soffermandosi sull'argomento della tesi se pertinente con l'attività dell'azienda a cui vi state proponendo. 
 
  • Data e durata del corso di studio
  • Nome e località in cui si trova l'istituto
  • Tipologia
  • Anno di conseguimento del diploma o della laurea
  • Tesi
  • Votazione
 
Competenze linguistiche
La conoscenza delle lingue straniere e sempre più richiesta per qualsiasi tipologia di lavoro, quindi siate onesti nel valutare le vostre capacità in questo ambito ed indicate una stima in base alla scala scolastico, buono, ottimo, madrelingua per ognuno dei seguenti parametri:
 
  • ascolto
  • lettura
  • interazione
  • produzione orale
  • produzione scritta
 
Se avete studiato all'estero o avete degli attestati che confermano il vostro livello di conoscenza questo è il momento di indicarlo nel curriculum, ricordando di allegare copia dei certificati.
 
Competenze informatiche
Qui valgono le stesse considerazioni fatte per le competenze linguistiche, questa volta dovrete però indicare le vostre conoscenze rispetto a:
 
  • Concetti teorici di base della tecnologia dell’informazione
  • Uso del Computer e gestione dei file (sia Pc che Mac)
  • Elaborazione testi (Word)
  • Foglio elettronico (Excel)
  • Basi di dati (Access)
  • Strumenti di presentazione (Power point)
  • Reti informatiche e comunicazione 
 
Informazioni personali
Questo è lo spazio dove potete raccontare qualcosa in più di voi, dove poter indicare i vostri hobby e i vostri interessi, al fine di dare informazioni aggiuntive su di voi. Se avete appena terminato gli studi, sarà comunque utile dire che durante l'estate eravate soliti lavorare in pizzeria, perché darà di voi l'idea di una persona responsabile, dinamica ed intraprendente. Così come il dichiarare le vostre esperienze nel campo del volontariato non potrà che giovare alla vostra immagine.
 
A questo punto concludete dichiarando se siete o meno automuniti, se la vostra disponibilità è immediata o meno e dichiarando il vostro consenso al trattamento dei dati personali: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003” oppure “In riferimento alla legge 196/2003 autorizzo espressamente l'utilizzo dei miei dati personali e professionali riportati nel mio curriculum”. 
 
La cosa più importante da ricordare è che non è possibile che un unico CV sia adatto a qualsiasi tipo di azienda, quindi prima di procedere all'invio controllate il contenuto e calibratelo in base al destinatario, accompagnandolo con una lettera di presentazione nella quale spiegate perché desiderate tanto lavorare per quella compagnia. Specialmente in questo periodo storico, gli esaminatori ricevono migliaia di curriculum, è quindi importante differenziarsi.
 
Prima di inviare un cv chiamate l'azienda che vi interessa e cercate di farvi dare il nome di chi si occupa della selezione del personale ed indirizzate direttamente al responsabile la vostra richiesta. Un paio di settimane dopo l'invio della lettera o della mail, procedete con il recall: richiamate in azienda, fatevi passare il responsabile della selezione e verificate che abbia ricevuto e letto la vostra candidatura. Se fosse andata persa avrete l'opportunità di inviarne una nuova, in caso contrario l'esaminatore non potrà non ricordarsi di voi.
 

LASCIACI UN COMMENTO!

* Nome
* Email
* Commento
 
 
 
  * campo obbligatorio