13/07/2012 | scritto da Staff

Il viaggio della fiamma olimpica verso Londra 2012

Ormai manca poco, il grande giorno si avvicina e la sera del 27 luglio la grande cerimonia di inaugurazione darà ufficialmente inizio ai all'Olimpiade numero XXX, la terza che sarà ospitata nella capitale inglese.

Uno dei simboli delle Olimpiadi è, fin dall'antichità, il fuoco, che veniva fatto ardere nel braciere per tutta la durata dei giochi e dal 1928 è stata reintrodotta questa tradizione.

Il fuoco deve essere tenuto separato dalla fiaccola, che cambia di volta in volta, mentre la fiamma è sempre la stessa che, diversi mesi prima dell'inizio dei giochi viene accesa ad Olimpia, sede delle antiche Olimpiadi greche, da sedici donne, le quali impersonano le sacerdotesse alle quali spettava questo importante compito tanti secoli fa.

Il fuoco viene acceso all'interno di uno specchio concavo, simboleggiante la concentrazione dei raggi del sole, e da lì viene accesa la prima fiaccola. Inizia così una staffetta che vede impegnati moltissimi tedofori (portatore della teda, la fiaccola) i quali si passano di fiaccola in fiaccola, di città in città, il sacro fuoco, il cui viaggio termina appunto la sera della cerimonia di apertura, quando andrà ad accendere il braciere ospitato, di norma, all'interno dello stadio principale o nelle vicinanze.

La prima staffetta olimpica è stata organizzata per i giochi di Berlino del 1936. Collegandovi a questo link potete seguire in tempo quasi reale il percorso della fiamma di Londra 2012, trasportata da tanti personaggi famosi ma, come sempre accade, soprattutto da persone comunissime.