24/05/2012 | scritto da Staff

Trovare i pirati della strada grazie ad un sito

Stanchi delle continue notizie di cronaca che raccontano di pirati della strada fuggiti dopo aver causato un incidente e mai più ritrovati, cinque ragazzi fiorentini hanno deciso di cercare una soluzione e favorire i contatti tra le vittime ed i testimoni, per riuscire a dare un volto a chi, sempre più spesso, si macchia di un colpa gravissima senza assumersene la responsabilità.

E' nato così un sito internet, www.vittimaetestimone.com, il primo del genere mai creato. Dopo una registrazione, durante la quale bisogna indicare se si è vittima di un incidente oppure se se ne è testimone, è possibile inserire la data, il luogo, la dinamica dello spiacevole evento. I dati verranno confrontati dal software ed in caso di richiesta di contatto il portale provvederà a mettere in comunicazione le parti. L'anonimato è garantito, il servizio completamente gratuito ed è disponibile anche in lingua inglese (sono previste per i prossimi mesi le traduzioni in francese, tedesco e portoghese).

Ogni anno, in Italia, sono 250 mila gli incidenti stradali, di cui 50 mila rimangono impuniti, o senza alcun risarcimento del danno, proprio perché nessun testimone contribuisce a chiarire le reali dinamiche.