03/07/2012 | scritto da Staff

Slow Food presenta la Guida alle birre 2013

Slow Food editore ha presentato al nuova Guida alle birre d'Italia. L'edizione 2013 porta con se alcuni piccole ma sostanziali novità, che contribuiranno a indicare più chiaramente il perché e come una birra è valutata in un certo modo. Non più le classiche stelline, bensì tre diversi giudizi per indicare al lettore cosa di deve aspettare da quella particolare birra. 

 
Birre Slow: indicano una birra di assoluto valore organolettico, ma allo stesso tempo segnalano il carattere del territorio e del birraio che le ha prodotte;
Birre Quotidiane: caratteristiche di semplicità che le rendono perfette per ogni momento di ogni giorno;
Grandi Birre: massima espressione gustativa della capacità del birraio.
 
Altri simboli sono la Bottiglia per segnalare che la birra da il meglio di sé conservata in quel contenitore e il Fusto per lo stesso motivo. La Chiocciola, simbolo di Slow Food, premia l'impegno del produttore nella costante crescita del mondo della birra. Tantissime le guide edite da Slow Food, movimento nato in Piemonte nel 1986. Vini e vitigni, birre, oli, ristornati, locande, salumi, formaggi, pane e perfino dolci.
 
Un impero del gusto impegnato da anni nella difesa delle biodiversità e delle tradizioni agricole italiane e non solo. Uno degli scopi dell'associazione è quello di elevare la cultura alimentare dei cittadini e stimolare in tal senso le giovani generazioni, per raggiungere la piena coscienza del diritto al piacere ed al gusto, fine ultimo dell'enogastronomia.