06/09/2012 | scritto da Staff

Serve più memoria? Il tè verde può aiutare

Che il tè verde avesse proprietà antiossidanti e salutari è da tempo risaputo, ma ora dalla Cina fanno sapere che i benefici apportati da questa bevanda si estendo fino al cervello, che trarrebbe così tanti vantaggi da riuscire a potenziare la propria memoria.

Secondo i ricercatori le proprietà chimiche del tè verde promuovono la rigenerazione delle cellule del cervello, che in questo modo aumentano le capacità mnemoniche e lo spazio dedicato all'apprendimento. Le indagini sono state focalizzate sull'ippocampo, la parte del cervello responsabile dei processi legati alla formazione della memoria a lungo e a breve termine.

Il tè verde è stato utilizzato per secoli nella medicina non solo cinese, ma anche giapponese, indiana e thailandese. La sua origine è quindi antichissima (ci sono trattati medici del 1100 che ne attestano il consumo), e da sempre il suo impiego è stato attribuito un effetto benefico sulla salute, ma negli ultimi anni gli studi scientifici si sono applicati in questo senso per capire cosa poteva corrispondere alla realtà oggettiva. I risultati delle indagini dimostrano che i bevitori regolari di tè verde mostrano minore incidenza di malattie cardiache e tumori.

Alla luce di quanto le analisi continuano a dimostrare, cosa ne dite di sostituire la pausa caffè con un buon tè verde?