02/04/2012 | scritto da Staff

Scegliere il colore delle pareti è più facile con la cromoterapia

Con l'arrivo della primavera insieme alle omonime pulizie sono in molti quelli che decideranno di rinnovare la propria casa ri-dipingendo le pareti. Ma perché già che ci siamo non diamo una botta di colore e cambiamo volto a quel salotto un po' troppo...monotono? Azzeccando la tonalità giusta è davvero possibile rinnovare ambienti e iniziare a respirare un'aria nuova e più stimolante. Non ci credete?

 
La cromoterapia è una medicina alternativa (e quindi non ha mai superato nessuno studio clinico ufficiale), ma è da tempo accetto il fatto che i colori aiuterebbero il corpo e la  mente a ritrovare il loro naturale equilibrio, aiutando anche il corpo a curare certi sintomi. I più scettici non potranno certo negare che i colori di cui ci circondiamo, ad esempio quelli dei vestiti che indossiamo, riflettono piuttosto chiaramente lo stato d'animo che stiamo vivendo, quindi perché non provare con il processo inverso? Molti i fattori che influenzano la scelta della tinta, non ultimo il tipo di struttura che andremo a dipingere.
 
Colorare una casa moderna permette delle scelte sostanzialmente diverse da quelle adatte per una casa d'epoca, potendo ad esempio giocare con contrasti cromatici anche molto forti. Oltre al tipo di arredamento, fate attenzione anche alla destinazione d'uso di una stanza, prediligendo i colori più stravaganti ed eccentrici per le zone meno usate della casa come bagni, ingressi ecc, mentre è bene prestare più attenzione per le stanze più frequentate come la cucina, la sala da pranzo, le camere da letto grandi e vissute. Se l'ambiente che andrete a dipingere è piccolo, con un soffitto basso, scegliete dei colori chiari, scegliendo una tonalità più chiara per il soffitto; mentre optate per un colore scuro e forte della parete frontale di una stanza lunga e stretta che la farà apparire più proporzionata. I colori chiari potranno far apparire una stanza più armoniosa e più grande del 10%: il migliore rimane sempre il bianco, ma si può variare giocando con le tonalità del blu, del blu-verde e del blu-violetto. Attenzione anche alla luce. L'illuminazione di una stanza è molto importante, quindi evitate toni scuro in ambienti poco raggiunti dalla luce naturale.
 
Ecco un elenco dei principali colori, ai quali vengono abbinati proprietà benefiche:
 
  • Rosso (primo chackra): è il colore della passione e della forza. Poco adatto a conciliare il sonno quindi, sceglietelo per la camera da letto se volete diventare più passionali (per il relax scegliete il verde). Il rosso influenza il cuore, i polmoni, ed aiuta a stimolare la produzione di energia.
  • Arancione (secondo chackra): aumenta l'ottimismo, influisce positivamente sulla serenità e sull'allegria. Non è legato ad una zona specifica di una casa, ma è poco adatto alla camera da letto perché stimolante.
  • Giallo (al terzo chackra): favorisce la concentrazione e l'attenzione, è quindi adatto per le pareti delle stanze dedicate allo studio (ad esempio la camera dei bambini).
  • Verde (quarto chackra): aiuta il relax e concilia il sonno, quindi scegliete questo colore per la vostra camera da letto se soffrite di insonnia! In quanto richiama il colore dell'acqua, anche il bagno è una zona adatta a questo colore.
  • Blu (quinto chackra): ha proprietà calmanti e rilassanti, combatte l'agitazione fisica e mentale. Molto adatto per la camera da letto.
  • Indaco (sesto chackra): ha un effetto riposante, legato alla parte spirituale delle persone. Il salotto è una zona adatta a questo colore, ma si adatta anche al resto della casa.
  • Viola (settimo chackra): come colore dello spirito, aiuta ad eliminare lo stress e la tensione e ad esaminare le cose con distacco. Adatto ad ogni parte della casa.