09/07/2012 | scritto da Staff

Saldi estivi 2012, verso il flop?

Dopo il calo del 9,5% nelle vendite lo scorso anno, i saldi di questa estate 2012 non promettono niente di buono, per lo meno niente di meglio.

Secondo Adusbef e Federconsumatori solo una famiglia su tre si organizzerà per fare acquisti durante i saldi, mentre Coldiretti dichiara che il 51% degli italiani ha ridotto drasticamente il budget destinato agli acquisti di questo periodo, circa 80 euro procapite.

Quindi niente code chilometriche e attese infinite lo scorso sabato, primo giorno ufficiale dei saldi in tutta Italia, nemmeno nelle città più modaiole come Milano e Roma, dove, almeno, i negozi griffati sono stati salvati dai turisti, specialmente stranieri. Nella capitale addirittura il calo delle vendite è stato del 25%, soprattutto nei negozi più piccoli. I centri commerciali e gli outlet hanno registrato i flussi migliori, grazie ad un giro più movimentato e a trasferte più pensate e “mirate”.

Per ovviare a quella che sembra davvero un flop clamoroso, seppur previsto, il Codacons propone addirittura il “Sabato d'oro” dei saldi, ossia un amento del 20% agli sconti già applicati durante le giornate di sabato fino a fine agosto.

I negozianti non sembrano però molto orientati a dare seguito a questa proposta, sperando piuttosto nella voglia di shopping di chi ha rinunciato alle vacanze rimanendo in città e nei piccoli centri.