04/06/2012 | scritto da Staff

Il proprio cane come testimone di nozze, ora si può

Il business legato al giorno delle nozze si è da tempo evoluto, grazie all'intervento di astuti professionisti del settore in grado di trasformare quello del matrimonio in un evento Hollywoodiano. Wedding planner, make up artist, flower designer, l'epoca del fai da te sembra finita, ora tutto diventa possibile, ogni sogno si può trasformare in realtà, come in una favola!

Gli amanti degli animali possono da tempo contare sul sostegno di addetti che si occupino del proprio amato cagnolino (gattino, canarino, cricetino ecc) per tutta la giornata, sia a casa che nella location scelta per la festa, facendo sentire il proprio compagno a quattro zampe parte integrante del grande giorno.

A Montecarlo, borgo medievale in provincia di Lucca, sono però riusciti ad andare oltre, quando sabato Milo, un meticcio di 15 anni, ha partecipato alle nozze dei propri padroni in qualità di testimone. Con tanto di fiocco bianco al collo, Milo ha potuto assistere alla cerimonia, figurando sul registro firmato dal sindaco proprio come testimone (chissà come avrà fatto il cagnolino ad apporre la firma?).

Da un paio d'anni a questa parte, questo paese che conta meno di 5 mila abitanti ha lanciato il progetto “Sposarsi a Montecarlo”, proponendo la possibilità di coronare il proprio sogno d'amore tutti i giorni, anche i festivi, a qualsiasi ora, in tre esclusive location, come il settecentesco teatro dei Rassicurati, la Fortezza del Cerruglio datata 1300 e le cantine vitivinicole che da secoli circondano il paese. Quello del cane-testimone è un nuovo filone che, se proseguirà, sicuramente attirerà l'attenzione di tantissime coppie di tutto il mondo, per la gioia di queste speciali famiglie allargate e soprattutto degli animali, spesso illustri esclusi del fatidico giorno.

Luisa e Graziano sono stati i primi ad avere il proprio cane come testimone, ma Milo non è il primo cane ad entrare nel Municipio di Montecarlo. Nel 2006 fu addirittura una star televisiva, il Tenente Rex, a prendere parte ad un matrimonio. Si trattava proprio del suo, con una femmina di Pastore Tedesco, celebrato dal sindaco in persona, con fascia tricolore e tutti i crismi del caso.