03/02/2012 | scritto da Staff

Prenota un viaggio, ti sentirai subito meglio!

Chi di voi, preso dai mille impegni quotidiani, tartassato dalle richieste pressanti di superiori, colleghi o figli, inseguito dalle scadenze e soffocato dagli impegni non si è mai detto “Basta, ho bisogno di una vacanza!”. E' noto come il trascorrere pochi giorni in una città diversa dalla propria o una settimana a mollo in un mare cristallino sia un toccasana per l'umore e la salute, staccare la spina dal quotidiano stress è uno dei metodi migliori per ricordare a se stessi che esistiamo e dobbiamo trattarci bene (non dovremo pensare sempre e solo al lavoro no?).

Expedia e Research Now hanno condotto un indagine su un campione di mille italiani, dalla quale emerge che l'effetto benefico di una vacanza inizia nel momento stesso in cui la si sceglie. Un effetto positivo immediato, già nel momento della prenotazione il 31% degli intervistati afferma di sentirsi subito soddisfatto e il 48% ha sensazioni positive appena ultimato l'acquisto. Ripercussioni sulle condizioni psicofisiche più veloci di quelle ottenute attraverso lo sport, l'affogare i dispiaceri, il mangiare dolci e il concedersi un acquisto di lusso. Un benessere che, sempre secondo il sondaggio, merita uno sforzo economico maggiore di quello considerato opportuno per casa, auto, oggetti tecnologici. Subito dopo aver prenotato un viaggio, la metà degli italiani intervistati non vede l'ora di partire, ed è in proprio in questo momento che l'effetto terapeutico della vacanza inizia a manifestarsi, riemergendo poi con l'avvicinarsi della partenza.

Il consiglio è quindi quello di cercare di ritagliarsi tante piccole pause nel corso dell'anno, per conservare quell'ansia positiva legata alla realizzazione di un progetto, o di un sogno (dipende dalla meta!). Del resto i pensieri positivi aiutano a rendere migliore la propria esistenza, tanto vale metterne qualcuno in valigia!

 

(Fonte: Ansa)

 

Leggete la nostra guida Vacanze, valigie, prenotazioni: piccoli accorgimenti di viaggio