31/10/2012 | scritto da Staff

Nuove Province e città metropolitane

Dopo l'approvazione del decreto legge da parte del Consiglio dei Ministri, la riforma delle Province è ormai un processo irreversibile.

 
Dal mese di gennaio decadranno le giunte provinciali e nel novembre 2013 si andrà alle urne per decidere i vertici della nuova era. Il ministro Filippo Patroni Griffi, illustrano il contenuto del decreto, ha dichiarando che il riordino rientra totalmente nella logica di spending review, che mira a dei cambiamenti strutturali di rilievo.
 
Fermo restando che bisognerà attendere altri sei mesi per il riordino delle Province delle Regioni a statuto speciale, la riduzione delle province italiane porterà a partire dal 2014 ad avere nel nostro Paese 51 tra città metropolitane e province. 
 
Città metropolitane
  • Torino
  • Genova
  • Milano
  • Venezia
  • Bologna
  • Firenze
  • Roma
  • Napoli
  • Bari
  • Reggio Calabria
 
Province
  • Piemonte: Cuneo; Asti-Alessandra; Novara-Verbano-Cusio-Ossola; Biella-Vercelli
  • Liguria: Imperia-Savona; La Spezia
  • Lombardia: Milano-Monza-Brianza; Brescia; Mantova-Cremona-Lodi; Varese-Como-Lecco; Sondrio; Bergamo; Pavia
  • Veneto: Verona-Rovigo; Vicenza; Padova-Treviso; Belluno
  • Emilia Romagna: Piacenza-Parma; Reggio Emilia-Modena; Ferrara; Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini
  • Toscana: Firenze-Pistoia-Prato; Arezzo; Siena-Grosseto; Massa Carrara-Lucca-Pisa-Livorno
  • Marche: Ancona; Pesaro-Urbino; Macerata-Fermo-Ascoli Piceno
  • Umbria: Perugia-Terni
  • Lazio: Viterbo-Rieti; Latina-Frosinone
  • Abruzzo: L'Aquila-Teramo; Pescara-Chieti
  • Molise: Campobasso-Isernia
  • Campania: Caserta; Benevento-Avellino; Salerno
  • Puglia: Foggia-Andria-Barletta-Trani; Taranto-Brindisi; Lecce
  • Basilicata: Potenza-Matera
  • Calabria: Catanzaro-Vibo Valentia-Crotone; Cosenza