26/10/2012 | scritto da Staff

Liguria: federalismo demaniale applicato

Di beni da tutelare in Italia ne abbiamo a migliaia e là dove manca un'attenta vigilanza e una progettualità lungimirante, strutture storiche, artistiche o semplicemente di rara bellezza rischiano di cadere in rovina e perdersi nella memoria.

Il federalismo demaniale è nato proprio per cedere agli enti locali la gestione degli immobili in questione nel caso questi dimostrino,  con progetti specifici, di “valorizzarli nel rispetto dei valori storici, garantendo le risorse necessarie provenienti dalla gestione degli stessi attraverso la realizzazione di eventi, visite guidate e iniziative varie”.

A La Spezia, primo caso nel nostro Paese, alcuni beni storico-artistici del Demanio sono stati acquisiti dal Comune, il quale darà vita al Parco Culturale di Porto Venere. Il Polo sotto tutela fa riferimento al Castello Doria, ai Mulini a vento, al Castelletto Genovese, alla Cinta Muraria, alla Prima Torre Capitolare e alla Batteria Fortificata Umberto I dell'Isola Palmaria.

L'accordo, a titolo gratuito prevede un programma che garantisce la sostenibilità economica della gestione che verrà guidata dall'amministrazione e che guarda prima di tutto ai giovani: l'utilizzo dei beni per attività culturali consentirà infatti la creazione di nuovi posti di lavoro.

Quale sarà il prossimo Comune a farsi carico di un pezzo del nostro patrimonio?