09/08/2012 | scritto da Staff

La Juventus non assegna il 10 di Del Piero. La maglia sarĂ  ritirata?

19 anni, tanto è durata la storia d'amore tra Alessandro Del Piero e la Juventus, la vecchia signora di cui Alex sognava di far parte fin da bambino.

Dopo aver vinto tutto in Italia e nel mondo con la maglia bianconera, nel giugno di quest'anno si è scritta la parola fine su una storia incredibile, fatta di salite ardite e momenti difficilissimi, tra infortuni e scandali di ogni tipo, ma soprattutto di tanti momenti impagabili, coronati da 290 gol, grazie ai quali Del Piero detiene il primato assoluto della squadra.

Che il contratto non sarebbe stato rinnovato era stato annunciato, molti mesi prima della scadenza, dal giovane Agnelli, il quale ha evidentemente molti chilometri da macinare prima di potersi dire portatore sano della classe dei suoi precedessori (lo stile universalmente noto come “stile Juve” esiste grazie a loro).

Così dopo aver preso per mano squadra e tifosi anche nei giorni bui della retrocessione in B, dopo non aver mai tradito le aspettative, dopo non aver mai reagito con un colpo di testa anche quando le panchine diventavano sempre più pesanti, Pinturicchio ha passato la sua ultima stagione torinese senza che gli venissero tributati i giusti onori. Ingratitudine da parte della dirigenza, poco cuore, troppo calcolo, molte le accuse mosse dai tifosi a fine campionato, mentre imploravano il loro campione di restare, come se la decisione dipendesse da lui.

Nessun sentimentalismo quindi per salutare uno dei più grandi numeri 10 di sempre, almeno fino ad oggi. In giornata è stata infatti presentata la numerazione delle maglie per la stagione 2012/2013 e si è appreso che la maglia con il numero dieci non è stata assegnata a nessuno. Non è dato sapere se sia previsto il ritiro definitivo del numero, ma almeno per il momento questo significa che nessuno è degno di prendere il posto del Capitano, di portare quella maglia che da quando esistono i nomi stampati ha sempre portato il suo, che Alessandro Del Piero un omaggio di questo tipo se lo merita davvero.

Il futuro di Del Piero, appena rientrato da un tour in Giappone, rimane un punto interrogativo, ma per ora possiamo ancora ripensare alle sue gesta sul campo, dai primi “tiri alla Del Piero” fino al successo mondiale del 2006, certi che nessuno potrà portarci via quegli splendidi ricordi.