26/01/2012 | scritto da Staff

Huffington Post Italia online a fine 2012

Dopo aver recentemente inaugurato la propria edizione francese, l'Huffington Post si prepara a prendere lezioni di italiano per sbarcare anche nel Bel Paese. A traghettare uno tra i più importanti siti web di informazione verso il Mediterraneo sarà il Gruppo Editoriale L'Espresso, con il quale l'Huffington Post Media Group ha da poco siglato un accordo, una joint venture al 50%, si dice.

The Huffington Post (HuffPo per gli amici) è stato fondato nel 2005 da Arianna HuffingtonKenneth Lerer e Jonah Peretti. Nato come un grande blog, è in breve tempo diventato uno dei siti più seguiti del mondo. Si tratta sostanzialmente di è un aggregatore di notizie che spazia dalla politica alla tecnologia, dall'attualità all'intrattenimento.

L'Huffington Post Media Group include, oltre a The Huffington Post, anche Moviefone, Engadget, TechCrunch, Patch e StyleList, formando il network di siti leader in attività editoriale, intrattenimento, community ed informazione digitale. Il Gruppo unisce infatti sapientemente giornalismo, tecnologia, "engagement", video e si avvale della collaborazione di 20.000 bloggers tra i quali spiccano nomi quantomeno d'effetto (Larry Page, Bernard-Henri Levy, Bill Maher, Robert Redford, Madonna, Alec Baldwin, Scarlett Johansson, Bill Gates per citarne alcuni) per raggiungere al momento qualcosa come 36 milioni di visitatori unici ogni mese.

Attendiamo quindi la fine del 2012 per poter leggere l'HuffPo nella nostra italica lingua, a conclusione di un progetto di colonizzazione europea da parte del HPMG. Dopo il lancio del The Huffington Post UK (accompagnato dal The Huffington Post Canada) avvenuto l'anno scorso, e la nascita dell'Huffington Post francese, a marzo partirà anche il progetto dell'Huffington Post spagnolo.