01/08/2012 | scritto da Staff

Federica Pellegrini: ecco perché non ha perso

Un'olimpiade andata male e tutti a puntare il dito contro la Federica che si fa fotografare con il suo Filippo, contro gli spot pubblicitari, contro gli eventi mondani a cui, in virtù della sua grandiosa carriera, è stata spesso invitata.

La verità è che questa ragazza dalle spalle larghe, nata 24 anni fa nella provincia veneziana di cui ancora porta fiera l'accento, non deve dimostrare niente a nessuno. Così giovane e già ha vinto tutto quello che poteva vincere. Non solo la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Pechino nel 2008, ma anche quattro titoli mondiali nei 200 e 400 stile libero, stile del quale detiene il record mondiale dal 2011. Una forza della natura fin da quando, a soli 14 anni, saliva sul podio del campionato italiano. Forza fisica certo, ma un'attitudine mentale che l'ha portata a lasciare un segno nel firmamento sportivo che nessuno, niente, nemmeno le prestazioni poco vigorose di questi ultimi giorni, potranno mai cancellare.

Le copertine, le interviste, gli amori tormentati, non le hanno mai tolto la voglia di lavorare e vincere, non le hanno mai fatto perdere la concentrazione né perdere di vista l'obiettivo da raggiungere. Dopo le attese della vigilia, osannata come la donna da battere, la delusione è stata cocente, ma Federica ha risposto alle critiche a testa alta, assumendosi responsabilità che non sono solo sue, ma di un team che, a differenza di quanto fatto dagli avversari, ha puntato tutto su degli europei che francamente interessavano a pochi, per arrivare con degli atleti spompati all'appuntamento più importante di sempre.

I repentini cambi di allenatore non hanno aiutato, ma Federica oggi è scesa di nuovo in vasca con le sue compagne Alice Mizzau, Alice Nesti e Diletta Carli, arrivando seconde alla staffetta 4x200 di stile libero, qualificandosi così per la finale di questa sera e stabilendo il record italiano. Altro che carriera finita, Federica ha ancora tanto da dare e anche se si prenderà una (meritata) pausa tornerà a dominare e ad insegnare alle altre come si fa.

Nel 2016 avrà 28 anni, non proprio un'età da pensione, e siamo sicuri che a Rio de Janeiro non mancherà.