04/04/2012 | scritto da Staff

Beatles, il ritorno

Mc Cartney, Lennon, Harrison e Starr potrebbero ritrovarsi di nuovo su un palco per suonare insieme. Nessuna operazione di clonazione o qualche strano esperimento scientifico, ma una proposta che se accettata potrebbe far rivivere anche solo per un momento l'atmosfera della beat generation.

L'idea è stata lanciata da James McCartney alla vigilia di un suo concerto nello storico Cavern Club di Liverpool (dove i Beatles diedero vita alle loro prime note), che vorrebbe coinvolgere gli altri figli dei mitici Fab 4 in un progetto quanto mai ambizioso: formare i Beatles del nuovo millenio. A sentire il figlio minore di Paul McCartney, sia Sean Lennon che Dhani Harrison sarebbero disposti a formare questa band, resterebbe quindi da coinvolgere uno dei due figli del batterista Ringo Starr.

Il sangue che scorre nelle vene di questi rampolli è senza dubbio di una qualità divina, ma i “Beatles Next Generation” sono davvero una buona idea? Di certo non avrebbero problemi nella fase di lancio pubblicitario, la copertura della stampa e la curiosità dei fan dei Beatles non lascerebbero vuoti i palazzetti, ma eguagliare la magia, la grandiosità dei Baronetti pare onestamente davvero un'impresa impossibile.

I Beatles hanno segnato un'epoca nel mondo della musica, influenzando la moda, il costume e anche un certo tipo di arte. Considerati da Rolling Stone i più grandi artisti di tutti i tempi, detengono il primato, insieme ad Elvis Presley, il record di dischi venduti, contando su un seguito di appassionati e ammiratori che non accenna a diminuire anche dopo 40 anni dallo scioglimento del gruppo e la morte di due dei suoi componenti.