20/11/2012 | scritto da Staff

Arriva il “Redditest”. Spendete troppo o siete contribuenti “coerenti”?

Con la promessa di non salvare in nessun modo i dati inseriti, l'Agenzia delle entrate ha distribuito attraverso il proprio sito web il “Redditest”, un software che consente ai contribuenti di valutare la coerenza tra il reddito familiare e le spese sostenute durante l'anno.

 
A fronte di dichiarazioni dei redditi basse, o quasi nulle, una famiglia su cinque, secondo quanto dichiarato dal direttore dell' Agenzia delle Entrate Attilio Befera, sostiene spese non giustificabili con le somme ufficialmente percepite dal nucleo familiare.
 
Su queste considerazioni si baserà il nuovo redditometro, che se approvato sarà attivo dal mese di gennaio, e il “Redditest”, strumento per effettuare un check up al proprio tenore di vita e sapere se vivere tranquilli o se temere che il campanello suoni e arrivi un accertamento a vostro carico.
 
Le categorie di spesa prese in esame sono sette: abitazione, mezzi di trasporto, assicurazioni e contributi, istruzione, tempo libero e cura della persona, altre spese significative, investimenti immobiliari e mobiliari. Contributi? Che vogliano capire com'è possibile che le famiglie italiane riescano ancora a pagare le tasse? 
 
Ecco la pagina del sito dove scaricare il “Redditest”.