29/03/2012 | scritto da Staff

10 regole del matrimonio che potete infrangere

Quando ci si sposa bisogna confrontarsi con tanti problemi organizzativi, tra i quali ci si mettono molte tradizioni da rispettare. Senza mettere naso in quelle di famiglia, diciamo che le cose sono ormai cambiate, quindi se dovete combattere con una madre isterica o peggio ancora con una suocera invadente ecco le 10 regole che possono essere infrante!

1 – I genitori della sposa pagano il matrimonio

In effetti tempo fa (nell'era Vittoriana diciamo!) i ruoli delle due famiglie erano ben distinti. Se i genitori dello sposo dovevano provvedere a dare una casa ai novelli sposi, quella della sposa era tenuta a pagare i conti di cerimonia, ricevimento e quant'altro. Esistono ancora dei genitori che insistono per pagare ogni singola cosa, ma per il resto dei comuni mortali queste regole non valgono più, quindi dipende dalla situazione della famiglia. Se per caso volete farvi dare una mano dal papà dello sposo che sia Lui a chiederlo, non voi future spose! Ricordate soltanto che chi mette dei soldi vorrà avere voce in capitolo su qualsiasi cosa...

2 – Bisogna invitare tutti con un accompagnatore

Se l'invitato è single ma conosce alcuni degli altri invitati al ricevimento, non è necessario che lo mandiate alla ricerca di una dama che non lo faccia sfigurare. Ovviamente gli amici apprezzeranno che estendiate l'invito anche al loro partner, ma fatelo solo se non si tratta “del partner del mese”. Se invitate un gruppo di colleghi, ad esempio, faranno un gruppo a sé, non è quindi obbligatorio che arrivino tutti accompagnati. Mettete un +1 solo se sapete che il vostro invitato non conosce anima viva e altrimenti passerebbe la giornata sentendosi in imbarazzo.

3 – La lista nozze deve comprendere solo oggetti per la nuova casa

No! Potete richiedere una lavatrice tanto quanto una tappa della luna di miele o il biglietto aereo. Molte coppie vivono insieme già da tempo prima di sposarsi, quindi che senso avrebbe per loro richiedere in regalo un servizio di piatti che già possiedono? Sono i vostri regali e devono farvi felici, quindi sentitevi liberi di richiedere quello che desiderate!

4 – La sposa deve indossare un vestito lungo e bianco

La maggior parte delle spose lo fa, ma ognuno è libero di indossare quello che più gli piace! Adori il rosso? Non rinunciarci proprio nel tuo giorno più bello! Forse rischierete di far svenire i parenti più anziane, ma, donne, indossate solo quello che vi fa sentire fa-vo-lo-se!

5 – La mamma della sposa non può partecipare all'addio al nubilato

Dipende dalla mamma! L'importante è che si coordini con le amiche.

6 – Gli sposi non si possono vedere prima della cerimonia

In realtà potete passare insieme ogni minuto prima della cerimonia. Non porta sfortuna e vedersi così belli e felici è un'emozione così forte che molti sposi preferiscono viverla in privato e non di fronte a tutti gli invitati.

7 – I posti durante la cerimonia si basano sul rapporto con gli sposi

Parenti e amici della sposa a sinistra e quelli dello sposo a destra. Ok, ma se la famiglia dello sposo è enorme e invece la sposa ha solo 20 invitati? Lasciate pure che i parenti dello sposo invadano la zona sinistra, non sarebbe carino lasciarli in piedi...In realtà, se non avete nessuno che diriga le operazioni di mistaggio, lasciate che ognuno si sieda dove meglio crede, di sicuro mamme e papà non si perderanno la prima fila!

8 – La sposa deve camminare verso l'altare accompagnata

Chi l'ha detto? Potete andarci da sole se volete, oppure entrare direttamente con il vostro futuro marito se vi fa piacere.

9 – Dovete partire per la luna di miele subito dopo il ricevimento

Per favore, partite anche due mesi più tardi se dovete o volete.

10 – Ci sono tante regole da rispettare

L'unica regola valida nel 2012 rimane quella di amare il proprio compagno e di essere sicuri del passo che si sta compiendo. Per il resto eserciti di wedding planners sono pronti ad organizzarvi la giornata più alternativa che possiate volere. Addirittura c'è chi opta per il matrimonio al contrario: prima colazione tutti insieme, poi ci si cambia, si pranza, di festeggia, si taglia la torta e, per finire, si va in chiesa! Pensate solo ad essere felici e a godervi il vostro grande giorno, se la zia non gardirà il colore del vestito bé...fatti suoi!